Best Practices and Certifications for Cloud Computing Security

CSA Italy – Stati Generali della Memoria digitale: è on line il sito

Gli Stati Generali della Memoria Digitale hanno adesso un sito dedicato (www.memoriadigitale.eu), che sarà uno strumento interattivo per diffondere notizia del progetto ma anche per permettere agli interessati di aderirvi e partecipare.

Gli Stati Generali sono una piattaforma interassociativa, nata su iniziativa di ANORC, fondata da un gruppo di associazioni e organizzazioni nazionali* interessate a vario titolo alla digitalizzazione documentale e alla sicurezza informatica, una sorta di presidio permanente, aperto a nuove adesioni, che intende promuovere il rispetto di alcuni principi fondamentali nel passaggio dal cartaceo al digitale, grazie ai quali si garantisca la reale tutela della nostra memoria e dei nostri dati, che altrimenti rischiano di diventare nel tempo volatili e alterabili. Tali principi sono contenuti nel Manifesto della Memoria digitale, 14 punti che costituiscono i diritti fondamentali che dovrebbero essere garantiti a tutti i cittadini digitali.

Il sito è un contenitore aggiornato di news ed eventi tematici, base di lancio per iniziative a campagne degli Stati Generali, punto di raccordo ed espressione per le numerose associazioni nazionali che hanno già aderito all’iniziativa e per quanti (persone fisiche, associazioni, fondazioni e pubbliche amministrazioni) vogliano unirsi al progetto prendendone parte proattivamente (e possono aderire direttamente on line), nella comune convinzione che sia fondamentale rendere i nostri archivi digitali sicuri, affidabili e autentici nel tempo.

*I fondatori degli Stati Generali della Memoria Digitale sono: ANORC, AIDA, AIOP, AIPSI, AISIS, Alleanza per Internet, ANDIG, ANDIP, APIHM, Assinform, Assintel, Assosoftware, Fondazione Magna Carta, Circolo Giuristi Telematici, Club TI, CoInFo, Compagnia delle Opere, Confindustria digitale, CSA Italy, Istituti Italiano Privacy, Isbem, SIT, SOS Archivi e Biblioteche, Stati Generali dell’Innovazione.

Leggi qui il comunicato stampa.

Comments are currently closed.